follow us on facebook follow us on instagram
NAPOLI, 31 gennaio 2015 – L’Assemblea Cavalieri e Dame della Delegazione di  Campania

NAPOLI, 31 gennaio 2015 – L’Assemblea Cavalieri e Dame della Delegazione di Campania


DSC_0208-600x450Napoli
Sabato 31 gennaio 2015 –  Anche quest’anno si è svolta l’Assemblea dei Cavalieri e Dame della Delegazione di Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Erano presenti, fra i tanti – oltre ai componenti il Consiglio Giulio del Vaglio, Carlo Guardascione, Donatella e Valeria Pessetti, Raimondo Zampaglione e i Consiglieri ad acta Diego Napolitano e Giulio Rolando – Januaria Imperiali di Francavillla, Marco Crisconio, Fulvia Filangieri de’Candida Gonzaga, Antonio Mottola di Amato, Maurizio Scoppa, Luciana de Luca, Francesco e Adelaide Giusso del Galdo, Vincenzo Scarano Ussani, Diego Vivarelli von Lobstein, Eugenio Donadoni, Emiddio de Franciscis, Diego Boscarelli, Pasquale Manzo, Pasquale de Angelis, Giovanni Salemi e tanti altri.

Alla breve ma densa relazione del Delegato Pierluigi Sanfelice di Bagnoli è seguito un vivace dibattito, da cui sono emerse alcune interessanti proposte:

Paola Rolando ha preso la parola per prima e ha illustrato la volontà di alcune dame ed amiche dell’Ordine di tenere, nei locali della Basilica di San Francesco da Paola, incontri bisettimanali di tre ore (dalle 15.30 alle 18.30) con bambini dai sei ai dieci anni, figli di immigrati; il ciclo, dal titolo emblematico “Incontrarci per crescere assieme” approfondirà la conoscenza della lingua italiana, dell’educazione civica e, perché no, del piacere del gioco.

Luigi Andreozzi, poi, ha proposto l’istituzione di un ulteriore servizio, dopo il poliambulatorio da lui ideato nel 2011: ha affrontato la “questione lavoro” immaginando una sorta di “sportello” che facesse da punto di coaugulo tra offerta e domanda di lavoro nell’ambito Costantiniano (si pensa a lavori come badante, autista, dama di compagnia, portiere, addetto alla security personale).

Giuliano Capecelatro di Morrone ha invece proposto un “Dipartimento Culturale” che potesse partecipare agli eventi che si programmano in città per recuperare sempre più le tradizioni culturali di Napoli.

Il Sindaco di Ciorlano Mauro Di Stefano ha annunciato, un concorso letterario da programmare nelle scuole per risvegliare la coscienza anche nei piccoli paesini al confine tra Campania e Molise.

Il Molto Reverendo Don Luigi Castiello ha innanzitutto augurato alla Delegazione di riuscire a pervadere sempre più l’intera Campania, e ha poi annunciato la realizzazione di quattro concerti, che si terranno in nome dell’Ordine il 30 marzo, il 30 giugno, il 30 settembre e il 30 dicembre presso il complesso dei Gerolamini.

Pio Tartaglia ha fatto invece rilevare quanto sia importante che vi fosse una sempre maggiore conoscenza ed interconnessione tra i Cavalieri della Delegazione, anche attraverso momenti ed occasioni aggreganti.

Flavia Fumo ha proposto infine l’Istituto di Cultura Meridionale di via Chiatamone quale sede per le attività della Delegazione Costantiniana, ottenendone l’immediato avallo del suo Presidente Gennaro Famiglietti, anch’egli presente in San Francesco da Paola.

Read more

NAPOLI, 09 gennaio 2015 – Giornata intensa per la Delegazione di Napoli e Campania

NAPOLI, 09 gennaio 2015 – Giornata intensa per la Delegazione di Napoli e Campania


scuola materna di Riccia 1Napoli – 09 gennaio 2015.
Giornata intensa, per la Delegazione di Napoli e Campania, quella di venerdì 9 gennaio.  Al mattino si è tenuta, presso la scuola dell’infanzia primaria “Costanza di Chiaromonte” di Riccia – gestita dalla cooperativa “Il Ricco” – la prima edizione della “Giornata della Solidarietà”.

Alla manifestazione ha preso parte il Delegato di Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, che ha confermato così la vicinanza dell’Ordine alle strutture scolastiche parificate in difficoltà, ringraziando particolarmente la Presidente dottoressa Antonella Rubertucci.

Questo evento ha visto una mobilitazione dei Cavalieri e dei Benemeriti dell’Ordine a favore dei piccoli dai 2 ai 6 anni, cui sono stati donati giocattoli, una ludoteca, molto materiale didattico e oltre cento sacchetti di dolciumi, recanti il simbolo della Croce dell’Ordine, che ha suscitato l’entusiasmo e la gioia dei piccoli. All’ingresso della ludoteca, inoltre, è stata posta una targa in pietra recante la Croce Costantiniana e benedetta dal Parroco Don Elio De Podo, intervenuto per l’occasione. Al termine dell’iniziativa la Presidente Antonella Rubertucci ha ringraziato l’Ordine per quanto offerto, dando appuntamento alla II edizione della solidarietà. Era presente all’evento il Sindaco Micaela Fanelli, gli Assessori comunali e gli insegnanti della scuola.

Nota divertente è stata la commovente ingenuità dei bambini, che avendo sentito parlare di una imminente visita di Cavalieri, immaginavano che avrebbero incontrato uomini con corazza e in groppa a cavalli! Al termine dell’incontro i bambini hanno intonato la canzone tipica di benvenuto alla cittadina di Riccia, mentre il Delegato firmava il libro degli ospiti, su un prezioso reperto di metà Ottocento. Visita significativa, dunque, e piena di spunti, alla quale visita il Marchese Sanfelice ha dato grande importanza, promettendo sviluppi del rapporto di amicizia e collaborazione.

Il pomeriggio di venerdì 9 gennaio il Delegato Marchese Sanfelice di Bagnoli si è recato poi a Sepino, un Comune ai confini con la Campania, per partecipare – su invito del Sindaco Filomena Zeoli – alla Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo Emerito di Lucera, S.E. Francesco Zarrillo, per onorare la Patrona Santa Cristina.

La Santa Messa era stata preceduta, alle ore 16, dalla Festa delle Candele con distribuzione del simbolico ”Cartoccio“, mentre alle 16.30 le Autorità sono state accolte nella Sala Consiliare. La celebrazione in onore di Santa Cristina costituisce, ogni anno, un’occasione molto sentita per la popolazione di Sepino.

Per questa occasione si incontrano nella cittadina anche i Sindaci dei Comuni viciniori per festeggiare la Santa: erano infatti presenti i Sindaci dell’Unione dei Comuni della Valle del Tammaro con i propri gonfaloni, e nello specifico – oltre al Sindaco Filomena Zeoli – il Sindaco di Cercemaggiore Vincenza Testa; il Sindaco di Cercepiccola Michele Simiele, il Sindaco di San Giuliano del Sannio Angelo Codagnone; il Sindaco di Mirabello Sannitico Luciano di Biase; presenti inoltre il Presidente della Provincia di Campobasso Rosario de Matteis e il Presidente della Regione Molise: Paolo Frattura. Alla cerimonia hanno partecipato, infine, rappresentanti dell’Ordine di Malta come il Professor Alberto Bochicchio e il signor Rocco Sileo; dell’Ordine del Santo Sepolcro come il Preside Carmine De Camillis; del Cisom del Matese; e poi il Comandante della Compagnia Carabinieri di Bojano Michele De Chiara; il Comandante e i dipendenti del Comando Stazione Carabinieri di Sepino; alcuni dipendenti del Comando Stazione Forestale; il Comandante e alcuni dipendenti della Polizia Municipale di Sepino,

Dopo la Celebrazione Eucaristica si è svolto, nella sede comunale, un ricevimento a cui hanno partecipato tutti gli ospiti presenti, e al Delegato Marchese Sanfelice il Sindaco ha offerto una copia di una punta di lancia di epoca Sannitica del IV secolo A.C. in ricordo dell’incontro.

Read more

ORTA DI ATELLA, 21 dicembre 2014 – incontro tra Cavalieri e volontari presso Orta di Atella

ORTA DI ATELLA, 21 dicembre 2014 – incontro tra Cavalieri e volontari presso Orta di Atella


DSC_9119Orta di Atella – 21 dicembre 2014.
Alle ore 17.30 si è tenuto – nella piazza antistante il Santuario Diocesano di San Salvatore da Horta, ad Orta di Atella – un incontro di alcuni nostri Cavalieri e dei volontari.
La Solenne Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal Rev. Fra Gaetano Franzese O.F.M. Si è svolto, inoltre, un momento di formazione per i Cavalieri e i volontari sul tema della “Povertà e della Solidarietà” e, a seguire alle ore 20, una cena di solidarietà per i fratelli meno fortunati di Orta di Atella. La serata si è conclusa con una tombolata.
La cena è stata offerta dall’avvocato Pasquale Ragozzino, per conto del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, alla quale vi hanno preso parte cinquanta ospiti indigenti; venticinque volontari appartenenti al Corpo di Soccorso dello Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, alla Protezione Civile del Comune di Orta di Atella e all’Ordine Francescano Secolare); Padre Guardiano del Convento dei Frati Minori, Molto Rev. Fra Ferdinando Cimmaruta O.F.M.; il Rev. Fra Gaetano Franzese O.F.M.
Erano presenti, inoltre, il Cavaliere di Merito con Placca Onorato Damiano con la consorte, il Cavaliere di Merito Antonello Amaddeo, il Cavaliere di Merito Luigi De Angelis, il Cavaliere di Ufficio Maurizio Barbato, l’Avvocato Pasquale Grasso e tanti altri.

Read more

SAN GIORGIO A CREMANO, 20 dicembre 2014 -Distribuzione di pacchi dono

SAN GIORGIO A CREMANO, 20 dicembre 2014 -Distribuzione di pacchi dono


manifestazione2San Giorgio a Cremano – 20 dicembre 2014.
Importante appuntamento per la distribuzione di pacchi dono a coloro che vivono una condizione di forte disaggio economico. Il Cavaliere Ciro Di Giacomo, coadiuvato da un gruppo di suoi collaboratori, ha provveduto alla raccolta di generi alimentari, presso i supermercati DECO di San Giorgio a Cremano e negozi di alimentari dei Gruppi Ciccarelli e Festante.
Sono stati raccolti, pasta, riso, cereali, farina, latte a lunga conservazione, omogeneizzati, biscotti e prodotti per bambini, scatolame vario e conserve, legumi secchi.
Tali prodotti confezionati verranno distribuiti nel corso di una cerimonia, alla presenza del nostro Delegato e delle autorità cittadine. Il programma si è svolto con l’incontro tra il Marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli e il primo cittadino, il Sindaco di San Giorgio a Cremano Dott. Domenico Giorgiano, presso la sede dell’Associazione CAF di via Pittore dove c’è stato un brindisi augurale seguito dalla distribuzione dei pacchi.
San Giorgio a Cremano è un Comune di circa 4 kmq, e una densità abitativa residente di 49000 abitanti. Le sue origini si devono all’antico borgo di Cambrano dove vi era la Chiesa dedicata a San Giorgio, mentre un altro abitato della città si sviluppava intorno alla Chiesa di santa maria del Principio. Nella seconda metà del 600 i due borghi si unirono dando vita così all’attuale Comune di San Giorgio a Cremano. I molti devoti di San Giorgio portavano la statua in processione alle falde del Vesuvio eruttante per propiziarsene la protezione e avere salva la loro città. Ogni anno si celebra la festa della lava, dove si commemora l’intercessione del Santo.
Un territorio molto apprezzato per il passato come ambita località di villeggiatura; importanti ville e palazzi vi furono realizzati, grazie anche alla presenza non lontana della Reggia di Portici, dove risiedevano in estate i reali di Casa Borbone.

Read more

113141516
 
© Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Privacy Policy - Cookie Policy