follow us on facebook follow us on instagram
S. FRANCESCO DI PAOLA, 9 aprile 2015 – DELEGAZIONE SICILIA E CARITAS PER I PIU’ BISOGNOSI

S. FRANCESCO DI PAOLA, 9 aprile 2015 – DELEGAZIONE SICILIA E CARITAS PER I PIU’ BISOGNOSI


09-04-15 S. F. di PaolaS.Francesco di Paola, 09 aprile2015.
La delegazione Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di  S. Giorgio, nell’ambito del progetto “La fame del nostro vicino”, collabora attivamente con la Caritas della parrocchia di S. Francesco di Paola per aiutare i bisognosi.

I frati minimi dei S. Francesco di Paola settimanalmente distribuiscono generi alimentari, rivolgendosi in modo particolare ai parrocchiani per cercare di raccogliere generi alimentari da donare ai bisognosi.

 

 

 

Read more

MONTELEPRE (PA), 3 aprile 2015 – Celebrazioni e Processione

MONTELEPRE (PA), 3 aprile 2015 – Celebrazioni e Processione


IMG-20150403-WA0133

Montelepre (PA), 3 Aprile 2015. Successo di grande portata per l’ennesima Processione dell’Urna del Cristo Morto per le vie di Montelepre, in provincia di Palermo.

L’appuntamento si è tenuto, anche quest’anno, il Venerdì, quando nel pomeriggio, dalla Chiesa Madre, alla fine della celebrazione della Sacra Funzione della Esaltazione della Croce officiata alla presenza di alcuni cavalieri del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, tra questi: il Cavaliere di Grazia, il Nobile  Pierfrancesco Mistretta, in rappresentanza del  delegato vicario per la Sicilia dell’Ordine Costantiniano, del cavaliere di merito con placca prof. Antonio Fundarò e dei cavalieri di merito Vincenzo Bussa, Salvatore Trovato e Bartolo Crisafulli.

La processione del Cristo Morto, ha portato in pellegrinaggio, tra le chiese della città, l’antica statua posta in un’urna di vetro del XVIII secolo, addobbata con rose e garofani rossi, argenti e pietre preziose, portata a spalla dai confratelli dell’antica congregazione dei Galantuomini, la cui cappella dista solo pochi metri dalla chiesa madre, nel cui abside della cappella laterale sinistra, è custodita, durante tutto l’anno, la statua del Cristo Morto, venerata ed adorata, dai tanti fedeli che, ad essa si rivolgono, nei momenti più tristi della loro vita.

Il feretro è stato seguito dal simulacro della Madonna Addolorata, imponente statua lignea del XVIII secolo, che circondata da un pregevole manto nero è stata portata a spalla dal ceto delle maestranze, rigidamente in abito scuro. Mentre la Banda Musicale Amadeus di Montelepre ha eseguito commoventi marce funebri, migliaia di fedeli, anche a piedi scalzi, hanno accompagnato la Processione in religioso silenzio sino al suo epilogo: il Cristo Morto spogliato del suo corredo in oro e delle pietre preziose, è avvolto nel lenzuolo, quasi a riecheggiare la Sacra Sindone, scortato da due cavalieri dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio e dai carabinieri in alta uniforme, tra le lacrime copiose dei fedeli, è stato riposto nella teca, sotto l’altare, posto nell’abside della navata laterale sinistra.

Il presidente della Congregazione dei Galantuomini, a completamento di un cerimoniale sacro che dura ormai da secoli, fatto rientro nella Cappella, ha distribuito in segno di riconoscimento, ai cavalieri presenti, le rose ed i garofani rossi che numerosissime costituivano il manto ove il Cristo Morto era stato adagiato.

Si conclude, così, un rito sacro, unico nel suo genere in Sicilia, che, anche quest’anno, è stato affidato alle mani sapienti di uomini come Salvatore Biondo, a cui si deve il merito di non lasciar tramontare una così importante rievocazione storica ed il pregio di tenere, in così alto grado, un momento tanto commovente e triste, di tutta la cristianità e di ciascun credente.

 

Read more

PALERMO, 3 aprile 2015 – Solenne processione del venerdì Santo

PALERMO, 3 aprile 2015 – Solenne processione del venerdì Santo


15Palermo 3 aprile 2015.
Molti i fedeli presenti per la processione secolare promossa dalla venerabile congregazione di Maria SS. Addolorata e del Cristo morto che dal 1966 è ospitata nella chiesa di via Maqueda a Palermo. Quando Mons. Salvatore Grimaldi, parroco della chiesa e cappellano costantiniano si è prostrato a terra, un silenzio surreale ha riempito la chiesa, il brano del vangelo ci ha ricordato il Sacrificio dell’Uomo per gli uomini ma soprattutto l’ostensione della croce con il richiamo proprio al legno al quale fu appeso il Salvatore del mondo ed il canto “Ti saluto o Croce Santa” hanno ridato vita ai fedeli.

L’omelia di don Salvatore ha preceduto i concetti del discorso del Papa, quando ha affermato che “i nostri continui tradimenti e quotidiane infedeltà trovano sempre ristoro nella misericordia di Dio Padre e che la Croce da segno di morte diventa segno di riscatto e liberazione”.

Suggestiva la preparazione della processione , l’uscita dell’urna col Cristo Morto e della magnifica statua della Madonna Addolorata dalla chiesa ed il movimento alterno del fercolo portato a spalla dai confrati della Venerabile Congregazione di Maria SS. Addolorata della Soledad.

Seguivano la processione del Venerdì Santo i nobili cavalieri del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, il Gonfalone del Comune di Palermo, fregiato della benemerenza d’oro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio e Autorità civili e militari accompagnati dalle note delle bande musicali poste, una dietro il simulacro del Cristo Morto e l’altra dietro il simulacro della Madonna Addolorata.

Importante, per comprendere l’impegno dei confrati e della comunità parrocchiale, è la storia della confraternita che dal 1580 accompagna il popolo palermitano alla riflessione in un giorno di morte che diventa giorno di liberazione e resurrezione raccontata dal confrate Vincenzo Mangiaracina: “La plurisecolare dominazione spagnola in Sicilia, ha plasmato la religiosità locale, fino ad istituire feste e riti simili a quelli degli antichi Regni di Spagna incidendo anche sul sorgere di “Congregazioni” che con le loro chiese e cappelle, hanno inciso profondamente anche sull’aspetto urbanistico – monumentale della città”.

Per il secondo anno consecutivo la delegazione di Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio è stata invitata alla processione. Presenti il delegato vicario Nobile Antonio di Janni. Cav. Gr. Cr. di Grazia e i cavalieri Gasperino Como, Vincenzo Nuccio, Carmelo Sammarco, Claudio Ragusa, Piero Macaluso, Claudio Ragusa.

Prima della solenne funzione religiosa il delegato vicario ha consegnato una medaglia della delegazione Sicilia al superiore della Venerabile Confraternita sig. Paolo Manfrè.

Read more

MESSINA, 30 marzo 2015 – Via Crucis

MESSINA, 30 marzo 2015 – Via Crucis

via crucis (4)Messina, 30 marzo 2015 – Si è tenuta presso la Chiesa di Santa Caterina Vergine e Martire a Messina, la Via Crucis, presieduta da Mons. Mario Di Pietro, Cavaliere di Grazia Ecclesiastico.
Hanno partecipato il comm. prof. Giovanni Bonanno, coordinatore di Messina e provincia, i cavalieri Franz Riccobono, Carmelo La Rosa, Francesco Stagno d’Alcontres e Giuseppe Matranga.
Presente anche la confraternita di Maria SS Annunzita dei Catalani, l’Arciconfraternita di S Basilio degli Azzurri e la Sacra Compagnia dei Verdi, che in periodo arabo avevano il compito di difendere il SS Sacramento.

 

Read more

PALERMO, 28 marzo 2015 – DOMENICA DELLE PALME

PALERMO, 28 marzo 2015 – DOMENICA DELLE PALME


7Palermo, 28 marzo 2015.
La delegazione Sicilia ha celebrato la domenica delle palme con due celebrazioni. La prima si è svolta il sabato alle ore 18.00 presso la Real Chiesa Carolina a Palermo nel rione popolare della Guadagna. L’antica chiesa borbonica, fortemente voluta dalla Regina Maria Carolina, ha accolto i cavalieri costantiniani insieme alla confraternita di Maria SS Assunta alla Guadagna con il suo superiore Vincenzo Gambino. La celebrazione eucaristica è stata presieduta la Padre Cataldo dei padri cappuccini, che dopo la processione d’ingresso ha benedetto i ramoscelli d’ulivo e le foglie delle palme in mano dei fedeli. Presenti i cavalieri Antonio di Janni, Claudio Ragusa, Gasperino Como, Salvino Orobello, Fabrizio Ippoliti e Vincenzo Nuccio.
La seconda celebrazione, a cui ha partecipato la delegazione Sicilia, si è tenuta nel palchetto della musica di piazza Politeama. Prima della processione Padre Saverio Cento, assistito da Padre Giorgio Terrasi e Padre Antonio Porretta, tutti cappellani costantiniani, ha benedetto gli ulivi e le palme. A conclusione della processione è stata celebrata la Santa Messa nella Chiesta di San Francesco di Paola, alla quale erano presenti i cavalieri Carmelo Sammarco, Rosario Palermo, Fabrizio Ippoliti, Domenico Cimilluca, Rosario Tantillo e Vincenzo Bussa e i benemeriti Giuseppe Tantillo e Salvatore Vassallo.

 

1 2 3 4 5 6 7 Read more

1585960616268
 
© Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Privacy Policy - Cookie Policy