follow us on facebook follow us on instagram
PALERMO, 05 dicembre 2014 – Presentazione del libro “IL LUNGO REGNO – VITA AVVENTUROSA DI FEDERICO III RE DI SICILIA”

PALERMO, 05 dicembre 2014 – Presentazione del libro “IL LUNGO REGNO – VITA AVVENTUROSA DI FEDERICO III RE DI SICILIA”


_PGB9457Palermo – 
05 Dicembre 2014. Nell’ambito delle attività culturali promosse dalla Delegazione Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, volte alla conoscenza della storia siciliana, si è tenuto, giorno 05 dicembre, nella sala meeting dell’hotel Jolì di Palermo, un incontro per la presentazione dell’ultimo libro scritto dallo storico e saggista Pasquale Hamel “IL LUNGO REGNO – Vita avventurosa di Federico III Re di Sicilia”, Rubettino Editore, il primo libro della Collana di Studi e Ricerche “La nuova Regione”, promossa dall’Associazione ex deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana.
Un pubblico curioso ed attento è stato catapultato nel periodo medievale siciliano che va dal 1296 al 1337, un periodo storico di cui la Sicilia si può vantare, ma che è al tempo stesso misconosciuto, in quanto trascurato dagli storiografi ufficiali.
Articolati gli interventi dei relatori che si sono succeduti, ovvero quelli degli appassionati di storia siciliana, il Cav. dott. Baldassare Cacioppo, e il Nob. dott. Antonio di Janni, Cav. Gr. Cr. di Grazia, Delegato Vicario della Sicilia dell’Ordine Costantiniano, oltre a quello dell’autore, il prof. Pasquale Hamel, e quello conclusivo della prof.ssa Francesca Paola Massara, docente di Archeologia Cristiana e Storia dell’Arte della Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia “San Giovanni Evangelista”.
L’introduzione ai lavori è stata curata dal Cav. Cacioppo, che, attraverso il suo intervento, arricchito da slide illustrative, ha ripercorso le azioni e le riforme costituzionali di questo grande uomo e grande sovrano “eletto” dal Parlamento Siciliano. Egli “primus inter pares” durante i suoi 41 anni di governo fece dell’indipendenza e dell’autonomia del regno di Sicilia, nato con la guerra del Vespro, la sua missione terrena, al caro prezzo di combattere contro tutti. Durante l’intervento ha ricordato l’emerito Cav. Costantiniano Prof. Corrado Mirto, docente universitario nonché uno dei maggiori studiosi di medioevo siciliano, a cui si intestano due importanti ricostruzioni storiche legate al grande re di Sicilia: l’individuazione della tomba nella Cattedrale di Catania e la ricostruzione della bandiera del regno di Sicilia.
Il delegato Vicario della Sicilia, dott. Antonio di Janni, promotore dell’evento e cultore di storia del Regno delle Due Sicilie, dopo aver premesso che l’iniziativa ha come obiettivo quello di recuperare la storia meridionale, quella storia molte delle volte poco trattata o volutamente tralasciata, ha delineato la figura e il carisma del Sovrano del Regno di Sicilia, che ha governato sempre con il consenso e la fedeltà del Popolo siciliano. Nel suo discorso ha puntualizzato che la dinastia aragonese, a cui appartiene Federico III, può vantare un primato nell’ambito della storia duosiciliana, infatti il discendente Alfonso V il Magnanimo, già Re di Sicilia, dopo la vittoria sugli Angioini e la relativa conquista del Regno di Napoli, nel 1441, unifica i due Regni ed assume il titolo di primo Re delle Due Sicilie.
Lo scrittore, il prof. Hamel, nella sua appassionata relazione ha evidenziato il prestigioso ruolo del Regno di Sicilia nell’area mediterranea e i rapporti con l’impero latino orientale, bizantino, con gli arabi, gli ebrei. Ha chiuso il suo intervento facendo rilevare che re Federico III è una figura “su cui si è caricata la gestione del dopo Vespro, vittima di una lettura ideologica della storia siciliana, che ha rappresentato l’idea di una nazione siciliana separata dal resto del paese che difficilmente poteva essere accettata dalla storiografia ufficiale. Il pregiudizio unitario ha inciso in modo determinante sulla lettura che se n’è data”.
La prof.ssa Francesca Paola Massara, nel suo intervento di chiusura ha offerto ai partecipanti alcuni spunti di riflessione critica, consequenziali alla lettura del libro, sul “fare storia”, “raccontare la storia”, “farsi della storia”. Ha fatto emergere, altresì, la situazione storica del periodo in esame attraverso un confronto parallelo con le testimonianze della cultura materiale e i dati dell’autorappresentazione, mettendo in evidenza la sofferenza di un’isola flagellata da un secolo di guerre e incursioni in cui la stessa conclusione della Guerra del Vespro, in realtà, non ha portato una pace definitiva e duratura. Ha proseguito il suo intervento elogiando le azioni del sovrano a supporto del movimento pauperistico francescano e all’espandersi degli ordini mendicanti.
Un’opera scritta in modo scorrevole e semplice, che merita le dovute attenzioni, quella del prof. Hamel, da leggere in un fiato, che coinvolge il lettore, non solo facendogli rivivere un periodo storico glorioso di questa meravigliosa isola mediterranea << Sicilia>>, grazie alla puntuale cronistoria degli avvenimenti condotti da questo ardimentoso cavaliere sempre pronto con la spada in mano a difenderne l’autonomia e l’indipendenza, me che fa apprezzare anche le doti umane, militari e politiche di un personaggio che ha fatto sì che i siciliani si sentissero orgogliosi di essere siciliani.
Un personaggio sconosciuto ai più, “Federico III re di Sicilia”, ma ricordato da Dante, nel III canto della Divina Commedia, come <<l’onore di Cecilia e d’Aragona>>.

Read more

SICILIA, 03 dicembre 2014 – Festività di S.Francesco Saverio,

SICILIA, 03 dicembre 2014 – Festività di S.Francesco Saverio,


S. Saverio 2014 (33)Sicilia –
 
Mercoledì 3 dicembre. Festività di S.Francesco Saverio, il Delegato Vicario per la Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio con i Cavalieri Vincenzo Nuccio, Domenico Scapati e Antonio Regina, ha assistito alla S. Messa celebrata da Padre Antonio Porretta, cappellano costantiniano, presso la chiesa di S. Francesco di Paola. Ha concelebrato il cappellano costantiniano Padre Giorgio Terrasi.
La partecipazione dei Cavalieri Costantiniani è stata voluta dal vice provinciale dei Padri Minimi di S. Francesco di Paola, padre Saverio Cento, anch’egli cappellano costantiniano, in occasione del suo onomastico.
Al termine della funzione religiosa, nei saloni della sacrestia, con un frugale rinfresco è stato festeggiato padre Saverio.

Read more

MONREALE, 2 dicembre 2014 – Prima distribuzione del mese dei generi per i bambini da 0 a 3 anni.

MONREALE, 2 dicembre 2014 – Prima distribuzione del mese dei generi per i bambini da 0 a 3 anni.


02-12-14 nuove briciole di salute le famiglie che stanno per ricevere i prodotti per i figliMonreale –
 Martedì 2 dicembre 2014. A Monreale, nei locali della torre del ‘300, annessa alla Chiesa Costantiniana di Maria SS degli Agonizzanti, gentilmente concessa dall’Arcivescovo S.E. Mons. Michele Pennisi, Priore Costantiniano di Sicilia, il giorno 02 dicembre si è tenuta la prima distribuzione del mese dei generi per i bambini da 0 a 3 anni. I generi alimentari, pannolini etc. sono stati acquistati dai Cavalieri, dai volontari e dai benemeriti che da sempre aiutano la delegazione in quest’impegno filantropico.
Ricordiamo che l’iniziativa è in collaborazione con l’Arcidiocesi di Monreale. Grazie ai volontari, magistralmente diretti dalla dott.sa Lia Giangreco e ai Cavalieri presenti, Antonio di Janni, Vincenzo Nuccio, Salvatore Romano, sono state aiutate circa 40 famiglie. Nuove Briciole di Salute sono una costola del progetto “La Fame del nostro vicino”, che sta molto a cuore al Gran Maestro S.A.R. il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie Duca di Castro. A metà mese ci sarà una distribuzione a Piazza Armerina e prima del Santo Natale un’altra a Monreale.
“La fame del nostro vicino” è il progetto unitario e umanitario che l’Ordine vuole perseguire in maniera precipua, coordinando tutte le proprie forze, anche attraverso l’azione di tutte le Delegazioni, in Italia e nel mondo.
Il nostro “vicino” è da intendersi nel senso evangelico del termine ovvero il nostro “prossimo”, cioè colui che ci vive accanto in stato di bisogno di cui molto spesso nessuno si accorge.
Ai Cavalieri Costantiniani infatti è richiesto di contribuire alle necessità primarie di questi ultimi in ossequio allo spirito cristiano cui ogni Cavaliere deve ispirarsi.

Read more

PATTI, 1 dicembre 2014 – Ritiro spirituale in preparazione del Santo Natale a Patti della Delegazione Sicilia

PATTI, 1 dicembre 2014 – Ritiro spirituale in preparazione del Santo Natale a Patti della Delegazione Sicilia


Patti 20-12-14 357Patti –
 1 dicembre 2014. Presso la cattedrale di Patti, il Mons. Ignazio Zambito, Vescovo della diocesi di Patti e comm. di Grazia Ecclesiastica, ha celebrato un Solenne Pontificale per i cavalieri e dame della delegazione Costantiniana di Sicilia. Quest’ultima ha donato alla cattedrale la “ Via Crucis”, opera dell’artista palermitana prof.ssa Maria Grazia Di Giorgio.

Prima della S. Messa il Vescovo ha presieduto, per i cavalieri Costantiniani, un ritiro spirituale per la preparazione al Santo Natale, donando a tutti i presenti una Bibbia edita dalla sua diocesi.

Al termine del Solenne Pontificale sono  state consegnate le nomine a cavaliere di Grazia Ecclesiastica al canonico Don Antonio Morabito ed i diplomi di cavalieri a Giuseppe Stagno, Natale Modica, Giuseppe Petronaci e Antonio Ciancio D’Arrigo, che non erano presenti, a febbraio scorso, all’investitura presso il Duomo di Monreale.

Forte partecipazione della delegazione siciliana, guidata dal delegato vicario per la Sicilia Dr. Antonio di Janni cav. Gr. Cr. di Grazia, con i cappellani costantiniani Don Antonio Cipriano Arciprete di Caronia e padre  Mario Savarese dei Padri Minimi di Milazzo. E ancora, i cavalieri: Giovanni Bonanno, Franz Riccobono, Santi Legrottaglie, Salvatore Italiano, Salvatore Scalzo, Benedetto Salamone, Salvatore Mangione, Emanuele Scarlata, Giuseppe Barca, Vincenzo Nuccio, Carmelo Sammarco, Gasperino Como, Salvatore Romano, Domenico Scapati, Claudio Ragusa, Salvatore Orobello, Marcello Cantone, Michele Tramontana, Salvatore Favata, Claudio Giuffrè, Calogero Di Naro e la dama Santina Ferlito.    

Read more

CASTELVETRANO, 01 dicembre 2014 – Pranzo della Sez. AIAS-onlus con la partecipazione di oltre 220 persone

CASTELVETRANO, 01 dicembre 2014 – Pranzo della Sez. AIAS-onlus con la partecipazione di oltre 220 persone


castelvetrano 01-12-14 060Castelvetrano –
 Lunedì 1 dicembre 2014. Presso i saloni dell’Hotel Altea Palace di Castelvetrano (TP) si è tenuto un pranzo della Sez. AIAS-onlus di Castelvetrano con la partecipazione di oltre 220 persone
La presidenza , in riconoscimento della particolare vicinanza e sostegno alle problematiche dell’Ente, ha invitato i Cavalieri Costantiniani della delegazione Sicilia.
L’Ordine presente al massimo livello con il Delegato Vicario Dr. Di Janni che, dopo la preghiera e la benedizione impartita da Mons. Gaspare Tortorici cappellano costantiniano, ha tenuto un saluto d’indirizzo ai convenuti e consegnato alle Presidente dell’associazione Proff. Angela Puleo la medaglia ricordo del Centenario Costantiniano. Ha anche consegnato un diploma di benemerenza della delegazione sia alla prof.ssa Puleo, sia al comm. dott. Elio Zuccarello che ha da sempre svolto attività di sostegno per i disabili nella struttura dell’AIAS-ONLUS. Il comm. Zuccarello ha ricordato quanto da sempre, la delegazione Sicilia, abbia collaborato con l’AIAS anche con il dono, alcuni anni addietro, di otto carrozzine per i disabili assistiti all’associazione.
Presenti i Cavalieri: Cav.Gr.Cr. Grazia Dr. A. Di Janni, Comm.Dott. Elio Zuccarello,(rappresentante zonale) Dr. Giuseppe Grandinetti, Dott..Michele Salerno,Sig. Antonino Centonze(assessore com.),Dott.. Giuseppe Lipari,.Sig. C. Notarianni,il Cav.Ecclesiastico Mons. Giovanni Tortorici, oltre ai benemeriti Sig.Pia Messina-Lentini e il dott. Vincenzo Di Cristina.

Read more

158596061
 
© Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Privacy Policy - Cookie Policy